Tecnologie in campo contro COVID-19 per una diagnosi più veloce

La diffusione del COVID-19, come già ampiamente discusso dalle più rinomate testate giornalistiche, sta mettendo a dura prova diversi sistemi economici e sanitari. Il problema primario in questo momento e fare diagnosi veloce, per tutelare scuole, ospedali e ambienti di lavoro.

I sistemi di Biorisonanza magnetica possono aiutare ad avere test rapidi

Sia la versione BS-HUNTER che l’ultima versione BS-INTRUDER sono particolarmente indicate per questo tipo di applicazione. La versione BS-INTRUDER è dedicata alla ricerca di virus e batteri, una nuova versione potenziata con un ampio database. Il suo database include anche il Coronavirus COVID-19, sia per la rilevazione che per la terapia. Siamo in fase di sperimentazione vista la recente pandemia.

Analisi Trachea e Bronchi per Coronavirus COVID-19

Prevenzione potenziando il sistema immunitario

Il sistema immunitario è una complessa rete integrata di mediatori chimici e cellulari, di strutture e processi biologici, sviluppatasi nel corso dell’evoluzione, per difendere l’organismo da qualsiasi forma d’insulto chimico, traumatico o infettivo alla sua integrità. Per funzionare correttamente, un sistema immunitario deve essere in grado di rilevare un’ampia varietà di agenti, noti come agenti patogeni, dai virus agli elminti (vermi) e distinguerli dal proprio tessuto sano dell’organismo. Oggi giorno, è importante che il nostro sistema immunitario sia forte e resistente soprattutto per contrastare un eventuale contagio da parte del Covid-19 e generalmente sappiamo che per poterlo fortificare si deve adattare la propria dieta al consumo di frutta, verdura, prebiotici e probiotici (fermenti lattici vivi), con la buona abitudine di limitare l’assunzione di cibi ricchi di grassi saturi, ma spesso il solo regime dietetico non basta, anche se associato all’attività fisica e ne diviene insufficiente perché gli alimenti ormai sono alterati chimicamente, riducendone quindi le proprietà immunologiche dell’alimento stesso. Esistono altri modi poco conosciuti, che possono rafforzare il nostro sistema immunitario, ed essere di grande aiuto per combattere un virus.   

Professor George Grant, Ph.D., I.M.D., D.H.S
Therapists in Richmond Hill, Ontario
Prof. George Grant, Ph.D. Univ. of Toronto, 1995.
Professor, Scientist, Educator, Lecturer and Author.

Il Dr. George Grant, PhD sta lavorando su un documento “L’effetto della termoterapia sul CoronaVirus COVID-19″, poiché i suoi test indicano che ci sono  promettenti risultati. Sul sito Web del Dr. Grant, raccomanda di utilizzare un materassino biomagnetico come parte di un protocollo sanitario per COVID-19. Anche se non sappiamo con certezza cosa farà il materassino biomagnetico, sappiamo che il COVID-19 sembra essere sensibile al calore. L’antico filosofo greco e padre della metafisica, Parmenide, è accreditato con la seguente citazione nel VI secolo a.C.: “Dammi il potere di produrre febbre e curerò tutte le malattie”.

I virus stessi non possono essere uccisi perché in realtà non sono organismi viventi. Sono costituiti da materiale genetico circondato da un guscio o capside e possono essere resi inattivi con diversi metodi, incluso il calore. In uno studio condotto in Cina, l’esposizione alla luce UV per 90 minuti a 56°C minuti ha eliminato efficacemente la capacità del virus di diffondersi. I virus in generale sono sensibili al calore, motivo per cui le febbri svolgono un ruolo così importante nella guarigione. La febbre interferisce con la replicazione virale. In un altro studio, la terapia a raggi infrarossi lunghi (erogata da un materassino biomagnetico) ha dimostrato di essere una terapia non invasiva senza effetti collaterali che potrebbe aiutare i pazienti con problemi di salute autoimmuni e cronici. La capacità dell’infrarosso lontano di aumentare la risposta immunitaria è di per sé una buona ragione per includerla nel protocollo pandemico. Inoltre, sappiamo che il coronavirus è particolarmente sensibile al calore. A temperature tra 54 – 60 °C, il capside collassa, inattivando il virus. Possiamo trarre vantaggio da questo, integrando una routine per la prevenzione o il trattamento mentre combattiamo questa pandemia. L’uso del materassino a raggi infrarossi lunghi impostato a 70°C per 60 minuti sarebbe un modo semplice per innalzare la temperatura del proprio corpo in modo sicuro a casa, se si ha la certezza che le proprie condizioni fisiche lo consentano, dopo aver consultato il proprio medico. Molte persone fanno saune regolarmente, traendo vari benefici per la salute. Quando il corpo si riscalda durante una sessione di raggi infrarossi, la frequenza cardiaca aumenta, causando un rilassamento delle cellule muscolari aumentando il flusso sanguigno e l’ossigenazione cellulare. Ciò promuove una maggiore produzione di globuli bianchi che migliora le funzioni immunitarie e può essere di grande aiuto per combattere un virus.   

Ciò che è particolarmente interessante dei materassini BS-NT050 e BS-DKY018 è che non forniscono esclusivamente terapia a raggi infrarossi lunghi. Emettono anche ioni negativi attraverso i cristalli di giada o ametista. In uno studio pubblicato da Sci Rep, gli ioni negativi possono anche prevenire la replicazione del virus e si sono dimostrati efficaci nei casi di virus influenzale. Inoltre entrambi i materassini sfruttano la tecnologia CEMP (Campo Elettromagnetico Pulsato), la terapia a campo elettromagnetico pulsato, un’innovazione nel campo della elettrostimolazione neuromuscolare, ideale per ridurre il dolore e l’infiammazione e accelerare il processo di guarigione. Ecco che anche in ambiente domestico può essere usata come metodo di prevenzione e riabilitazione, dove le applicazioni si possono ripetere abbastanza frequentemente e per tempi sufficientemente lunghi.

Abbiamo ancora molto da imparare sul coronavirus e sul corpo umano, e speriamo che mentre aspettiamo una cura definitiva, possiamo praticare approcci sicuri a casa per aiutare il nostro corpo a guarire e recuperare, e aiutare le nostre famiglie a rimanere in salute. Mentre pratichiamo nuove abitudini igieniche, puliamo il cibo in modo efficace, prendiamo integratori per la salute, limitiamo i nostri ambienti sociali e pratichiamo il distanziamento sociale, consideriamo che anche questo aspetto non è da sottovalutare perchè durante un isolamento, sopratutto in quello che stiamo vivendo, le cose possono diventare difficili per alcune persone, specialmente per quelle più fragili.

In periodo COVID-19 l’instabilità emotiva , la depressione, l’ansia e lo stress sono emozioni reali

Gli studi hanno dimostrato che questo materassino in Ametista contribuisce a un miglioramento del 78% nella riduzione dell’ansia e dello stress, offre un sonno migliore, meno cortisolo e un miglioramento complessivo. In questo periodo potremmo usarlo tutti, sicuramente può aiutare molto a casa. 

Il Dr. George Grant studia l’uso della terapia del calore a raggi infrarossi come mezzo per ridurre lo stress e migliorare il sonno dei pazienti. Background: Dodici soggetti sono stati testati prima e dopo l’utilizzo del materassino BS-DKY018 per 1 ora al giorno per un periodo di 3 mesi utilizzando tre diversi dispositivi di biofeedback e livelli di cortisolo nel sangue per misurare la riduzione dello stress. L’ametista con raggi infrarossi lunghi e ioni negativi riduce l’ansia e lo stress del 78%, come confermato dalle scansioni cerebrali pre e post biofeedback, nonché da esami del sangue a digiuno per misurare l’ormone dello stress cortisolo. Il cuore della tecnologia di questo materassino è una combinazione di raggi infrarossi lunghi, effetti di ioni negativi e le proprietà conduttive dell’ametista. Questi potenti stimolatori sanitari sono combinati in un unico prodotto facile da usare con notevoli proprietà curative. Il materassino fornisce calore rilassante e profondo, mentre stimola la rigenerazione delle cellule danneggiate nel corpo. È un modo sicuro e naturale per raggiungere una salute ottimale e mantenere un corpo più forte e più resistente in futuro.